Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Programma del corso: Percorso esperienziale attraverso la psicologia della religione - Laboratorio di Educazione al Dialogo, Trento

  • Stampa


Docente: Prof. Dario Fridel

Obiettivo e Programma del corso

Vuole essere essenzialmente un’occasione per prendere coscienza dei meccanismi sottesi alla religiosità umana alla luce dei contributi che vengono dai maggiori esponenti della psicologia dinamica (I° anno - il confronto sarà soprattutto con la visione psicanalitica di S. Freud e quella analitica di C.G.Jung.), psicologia umanistica (II°anno - con particolare riferimento a: E. Fromm e la speranza della fede umanistica; W. James e la visione pragmatica della religione; G. W. Allport e il sentimento religioso; A. Maslow e le esperienze di vertice.), psicologia transpersonale (III° anno - i riferimenti saranno: la logoterapia (ricerca di senso) di V.E. Frankl, la psicosintesi di R. Assagioli, i diversi livelli degli stati di coscienza di K. Wilber o “Crescere oltre l’Io” di L. Boggio Gilot. È un corso triennale che prevede 15 incontri di circa quattro ore per incontro.

Destinatari del corso

Quanti sono interessati a mettere a fuoco - per motivazioni personali o professionali - questa dimensione insita ad ogni persona. Il fine è quello di favorirne una crescita globale, intravedere rischi ambiguità e vantaggi delle opzioni religiose e garantire scelte più libere e consapevoli; siano esse confessionali, agnostiche o atee..

Metodo

Sarà prevalentemente induttivo. Nel senso che il pensiero dei singoli Autori dovrebbe favorire e stimolare la comunicazione di vissuti personali. Si assaggia così l’incisività e il valore del loro pensiero. L’approfondimento più sistematico dei singoli autori, una volta che se n’è capito il valore, viene rimandato alle singole persone sulla base del materiale offerto e delle indicazioni bibliografiche. Si suppone quindi la disponibilità al lavoro in gruppo nell’ottica di un ascolto empatico e non giudicante.

Bibliografia

M. E. Fizzotti & M. Salustri, Psicologia della religione,. Ed. Città Nuova.

Info: Laboratorio di Educazione al Dialogo (L.E.D.). Tel.0461.268873 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - sito: http://led.vsi.it